L’IDEA DI PROGETTO

Il parco sarà dotato di elementi che stimolano la creatività attraverso il gioco e la scoperta; i materiali da utilizzare saranno solo materiali naturali reperibili in natura: bambù, legno e argilla.

Per promuovere l’utilizzo del bambù, la popolazione locale verrà formata sui temi della coltivazione di questa materia prima, della sua gestione e del suo utilizzo come materiale da costruzione. Importante sarà l’apporto di specialisti con lezioni sulle tecniche costruttive in bambù e sui differenti approcci ecosostenibili alla progettazione.

Il disegno del parco include, infine, una piccola zona di riforestazione attraverso la piantumazione di bambù, che servirà per sopperire alle esigenze di manutenzione del parco in futuro.

LA METODOLOGÍA

Il progetto del parco giochi per la scuola si inserisce in un processo di rivalutazione partecipativo, che parte dal cuore della comunità stessa, focalizzando l’attenzione sul rendere protagonisti gli abitanti. La metodologia utilizzata vedrà l’attivazione della popolazione locale attraverso processi di cooperazione e partecipazione per creare il contesto favorevole allo scambio reciproco di conoscenze e competenze. Costruire insieme alla comunità un oggetto architettonico interattivo, destinato alla popolazione infantile della comunità stessa,  sarà il vero valore aggiunto esperienziale ed emotivo del progetto. Attivando un processo partecipativo si legherà l’intera comunità a quell’oggetto architettonico, così facendo si stimolerà la popolazione locale a prendersene cura e ad attivare la manutenzione costante del parco giochi.  Attraverso il workshop destinato anche alle maestranze locali, si contribuirà ad aumentare le capacità degli abitanti del villaggio, implementandole con conoscenze tecniche su coltivazione, tecniche costruttive gestione ed uso del bambù come materiale da costruzione. Fornire delle conoscenze tecniche in questo contesto, significherà dare degli strumenti di democrazia, emancipazione e autodeterminazione per realizzare in maniera consapevole e con la collaborazione di tutti dei cambiamenti importanti, a partire da “piccole” cose.

altro…